2017-06-09 08:06:33
L'importanza di un buon contact form
Un indirizzo e-mail di contatto non basta: sul tuo sito non può mancare il contact form! Scopri perché

C'era una volta l'indirizzo e-mail da copia-incollare...

Una volta funzionava così: nella pagina "contatti" del proprio sito web si metteva nero su bianco l'indirizzo e-mail cui scrivere per avere informazioni, per effettuare un ordine, per scambiare un'opinione. L'utente doveva copiare questo indirizzo e-mail e incollarlo nella riga "A" del proprio messaggio di posta elettronica. Nei casi più evoluti, dietro all'indirizzo e-mail era implementato il tag "mailto", che però creava scompensi a chi non utilizzava un client predefinito come outlook e che dopo aver cliccato per sbaglio vedeva aprirsi numerose finestre il cui messaggio era: "Ehi, non hai ancora attivato Outlook sul tuo pc!".

C'era una volta... ma a volte c'è ancora!

Se è vero che il 90% dei webmaster ha capito l'importanza del contact form in un sito internet, questo non è chiaro a tutti. Ed ecco allora perché l'indirizzo e-mail da copia-incollare non è funzionale, ma c'è bisogno di un form di contatto rapido ed efficiente.

CONTACT FORM: COS'È

Ma procediamo con ordine: innanzitutto, cos'è un contact form?

Ti basta navigare su un sito internet e andare nella sezione "contatti" per vedere campi da compilare per contattare l'azienda e richiedere informazioni. Di solito sono presenti i seguenti campi:

  • Nome;
  • Indirizzo e-mail;
  • Campo per digitare il messaggio.

A discrezione del webmaster e dell'azienda ci possono essere altri campi, come il cognome, il numero di telefono, l'oggetto. A volte è presente un menù a tendina per scrivere direttamente a un reparto o scegliere il servizio oggetto della comunicazione.

I campi sono predefiniti e organizzati a monte, in fase di programmazione. Alcuni sono obbligatori e altri facoltativi; per quelli obbligatori è presente l'apposita dicitura.

CONTACT FORM: PERCHÉ È IMPORTANTE

E ora veniamo al dunque: perché un contact form è così importante per un sito internet?

1) Contact Form: velocizza i contatti

Un buon contact form velocizza i contatti. L'utente medio ci mette molto meno tempo a compilare i vari campi che non a copia-incollare l'indirizzo e-mail di riferimento e a scrivere un messaggio tramite il proprio gestore di posta. Il processo del contact form rispetto all'uso della posta elettronica è ancora più snello se l'utente naviga da mobile: un contact form semplice facilita il contatto immediato. Per questo in fase di programmazione è importantissimo che il form di contatto sia reso mobile-friendly.

2) Contact Form: smista le richieste

Un contact form con pochi campi e un menù a tendina per scrivere a un reparto preciso è utilissimo per smistare le richieste e farle convogliare verso lo staff preposto. A volte si trovano siti con un elenco infinito di contatti di indirizzi e-mail, suddivisi per reparto, con in aggiunta il classico "info": questo non fa altro che creare confusione. Un form ben organizzato e che segue la struttura del sito semplifica il lavoro di inoltro di posta interno all'azienda e riduce il rischio della dispersione di comunicazioni.

3) Contact Form: professionalità

Un contact form ben fatto e usabile trasmette un messaggio di professionalità e attenzione verso il cliente.

LE REGOLE DEL BUON CONTACT FORM

Per lo sviluppo di un buon contact form, le regole sono poche e semplicissime. In sintesi:

  1. Il contact form deve avere pochi campi, essenziali quanto basta;
  2. I campi obbligatori devono essere chiaramente indicati;
  3. L'eventuale captcha deve essere ben testato, affidabile e accessibile anche a chi naviga con tecnologie assistive (ad esempio, persone non vedenti);
  4. Sono graditi i menù a tendina per contattare specifici reparti o per avere info su determinati servizi, purché non creino confusione. In troppi casi i menù a tendina non rispondono alla strutturazione dei servizi o non sono chiari per l'utente: se ad esempio sono previsti più aree di assistenza, specificare a quale servizio fanno riferimento. Lo stesso vale per i reparti: durante il lavoro di programmazione a volte viene spontaneo accorpare dei reparti che rispondono allo stesso indirizzo e-mail perché internamente considerati affini o che lavorano in tandem, ma questo non fa altro che generare caos nella testa dell'utente che invece pensa di doversi rivolgere a un reparto specifico.

Il contact form deve essere ragionato sull'esperienza utente e sul target di riferimento: se l'utente medio che approda sul sito è un over 60 e probabilmente con scarsa dimestichezza tecnologica, si deve tenerne conto per semplificare ancora di più i campi per il contatto.

Su CodeCanyon si trovano ottimi plug in di contact form a prezzi davvero competitivi.

Autore: Claudia Martinelli
Post dal Blog: Web per Professionisti, PMI e grandi aziende
587 persone hanno letto questo post.
ALTRI BLOG
Card e Tessere
Email Marketing
Essere Web Agency
Web per Professionisti, PMI e grandi aziende
AUTORI


OB2.IT - P.IVA - 02948750985
Sito conforme al prov. n. 229 - 08/05/2014 Codice Privacy in quanto utilizza esclusivamente cookies tecnici
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001