2016-08-07 09:07:12
Copywriting: 7 cose da evitare sul web
Scrivere per blog e siti internet non è come scrivere per un libro o per i social network: ci sono precise regole da rispettare e cose da evitare accuratamente

CHIEDI FINO A 5 PREVENTIVI PER REALIZZARE IL TUO SITO WEB

Appassionati di scrittura? Vi piacerebbe diventare dei buoni copywriter? Attenzione: la passione non basta

Avete sempre avuto la passione per la scrittura e per il web; vi piace navigare siti internet per informarvi circa le ultime tendenze; siete social media addicted e uno dei vostri passsatempi è quello di pubblicare post che stimolino alla riflessione e alla condivisione.

Siete quindi a tutti gli effetti dei copywriter? No: scrivere testi per siti internet, per blog e per portali non è come pubblicare post sui social network, scrivere nei forum o addirittura scrivere un libro (come molti pensano): ciascun media e ciascuna finalità richiedono tagli di scrittura diversi, e un copywriter molto quotato non è detto che riesca a raggiungere brillanti risultati sui social media, così come un affermato scrittore di romanzi sa ben poco delle tecniche di copywriting.

COPYWRITING: 7 COSE DA EVITARE QUANDO SI SCRIVE PER SITI INTERNET E PER BLOG

Chi scrive per il web deve sempre tenere conto di alcune regole specifiche per il copywriting, che in molti casi discostano di gran lunga quest'attività dalle altre (social media management, scrittura di saggi e di libri etc). Quali sono le principali cose che un copywriter non deve fare?

1) Copywriting: eccessivo dilungamento

A differenza di quanto accade per un libro o un saggio, il copywriter difficilmente è chiamato a riempire pagine e pagine per un unico post: è bene essere concisi e non usare troppi giri di parole, per dare subito all'utente l'informazione che cerca., perché mai come sul web il lettore non ha "tempo da perdere". Ma attenzione: il passaggio difficile è proprio quello di sintetizzare dando rilievo al topic principale dell'argomento, cosa non da tutti.

2) Copywriting: strafalcioni grammaticali e ortografici

La triste realtà è che ci sono alcuni operatori - come agenzie di news - che usano la tecnica degli strafalcioni ortografici e grammaticali appositamente per generare più engagement sui social: utenti che commentando inorriditi non fanno che generare curiosità e richiamare altri utenti. Nel copywriter gli errori di questo tipo sono assolutamente da bandire: la correttezza dell'uso della lingua e la leggibilità del messaggio sono due degli elementi SEO che influiscono sul posizionamento di un sito web.

3) Copywriting: blocco di testo unico

Cosa ampiamente di prassi sui libri, nel copywriting il blocco di testo unico scoraggia gli utenti e già in partenza, a livello visivo, non risulta appealing. È bene usare paragrafature, elenchi puntati e numerati, grassetti e spezzare i paragrafi: un testo ben organizzato dal punto di vista estetico aiuta il lettore.

4) Copywriting: tono piatto

Sempre per il motivo che l'utente medio del web è affamato di informazioni e vuole avere tutto subito, chiudendo la pagina se non gli viene data la risposta che cerca, un testo deve essere costruito per catturare la sua attenzione. Da bandire il tono piatto, meramente informativo e noioso, mentre è da preferire un tono stimolante, con domande che insinuino dubbi o che facciano percepire al lettore che sta per trovare le risposte che cerca.

5) Copywriting: testo senza obiettivo

Nel copywriting, un testo deve avere assolutamente un obiettivo e un capo e una coda: si parla di una doppia possibilità tra due varianti? Bene, bisogna scrivere contenuti che diano un'idea chiara al lettore. Oppure il vostro cliente chiede che l'utente venga spinto verso quella precisa visione? Perfetto, l'argomentazione deve virare in quel senso motivando la scelta per far sì che il lettore si riconosca e la approvi. Si desidera stimolare la lettura parlando di novità tecnologiche, ma in realtà l'obiettivo è toccare il tema della sostenibilità? Bisogna essere capaci di ponderare bene gli argomenti e affinare al massimo la tecnica di scrittura perché la questione tecnologica non prevalga e venga usata solo come input e per accendere la sensibilità verso la questione dell'eco-friendly.

6) Copywriting: testi "fiume in piena"

I testi del copywriter non devono essere sfoghi, men che meno personali, o calderoni in cui non si percepiscono né argomento né motivazioni: i contenuti devono essere strutturati seguendo l'obiettivo di partenza, selezionando le sfaccettature interessanti dell'argomento, procedendo su binari che aiutino la persona nella lettura e infine arrivando a una conclusione che riassuma brevemente quanto detto. La classica traccia dei temi scolastici composta da  introduzione - sviluppo - conclusione può essere di aiuto. Testi di sfoghi e in modalità "fiumi in piena" possono invece produrre risultati in ambito social.

7) Copywriting: insulti e diffamazioni

Da evitare come la peste testi che prevedono insulti e diffamazioni verso concorrenti o verso chi ci ha fatto un torto: oltre a essere poco professionali e risultare non graditi da parte dei motori di ricerca, contenuti del genere possono anche fare incorrere in una querela. Operare con rispetto e professionalità paga sempre.

COPYWRITING: UNA PROFESSIONALITÀ CHE NON SI IMPROVVISA

Appare evidente come sia difficile improvvisarsi copywriter: saper scrivere bene e conoscere tanti argomenti sono due aspetti che sicuramente aiutano, ma che non sono sufficienti. Il copywriter deve saper sintetizzare mettendo in rilievo i concetti principali, deve mettersi nei panni dell'utente per strutturare un messaggio adatto a lui, deve saper scrivere rispondendo agli obiettivi dei committenti, deve dare informazioni utili che stimolino alla lettura. Di tutto questo parleremo in uno dei prossimi articoli.

Autore: Claudia Martinelli
Post dal Blog: Web per Professionisti, PMI e grandi aziende
453 persone hanno letto questo post.


Richiedi il preventivo per la realizzazione del tuo sito web inoltra la tua richiesta al nostro portale la invieremo in automatico alle agenzie che lavorano nella tua zona riceverai quindi fino a 5 preventivi da web agency o professionisti della tua provincia o regione!

 

ALTRI BLOG
Card e Tessere
Email Marketing
Essere Web Agency
Web per Professionisti, PMI e grandi aziende
AUTORI


OB2.IT - P.IVA - 02948750985
Sito conforme al prov. n. 229 - 08/05/2014 Codice Privacy in quanto utilizza esclusivamente cookies tecnici
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001