2016-10-07 10:09:35
Sito web statico o dinamico: cosa scegliere?
A volte la scelta tra sito statico e dinamico è scontata, a volte no: per capire l'opzione migliore bisogna avere chiaro lo scopo del sito web

CHIEDI FINO A 5 PREVENTIVI PER REALIZZARE IL TUO SITO WEB

La migliore risposta alla domanda "Meglio un sito statico o un sito dinamico": i vari casi

Nel precedente articolo abbiamo cercato di chiarire le principali differenze tra un sito statico e un sito dinamico.

La categorizzazione è stata fatta in linea di massima: ciò che per una persona è uno svantaggio, per un'altra può rappresentare un vantaggio e viceversa. Per cui abbiamo cercato di suddividere vantaggi e svantaggi secondo le principali casistiche.

Resta il dubbio alla domanda: se avete bisogno di un sito internet, su cosa puntare? E se lavorate in una web agency e dovete effettuare la scelta per conto di un vostro cliente, cosa scegliereste tra un sito web statico e uno dinamico?

QUANDO SCEGLIERE UN SITO STATICO

Come abbiamo accennato nel precedente articolo, un sito statico è di solito più veloce in fase di caricamento in quanto non necessita di richiamare informazioni da un database. Inoltre, anche se i CMS hanno abbassato di molto il costo dei siti dinamici, un sito statico è generalmente più economico perché non è richiesto un database e perché non sono necessarie figure esperte di linguaggi di programmazione: è sufficiente qualcuno che conosca l'HTML. 

Un sito statico può andare benissimo nel caso di un'azienda o di un negozio che desidera un sito vetrina senza previsione di aggiornamenti e che non ha bisogno che l'utente interagisca con il proprio sito web: si hanno casi di siti statici di poche pagine indicizzati molto meglio di siti dinamici con migliaia di pagine, per cui una volta valutate le necessità può emergere che un sito statico è perfettamente calzante.

QUANDO SCEGLIERE UN SITO DINAMICO

Se avete bisogno di un e-commerce, la risposta è solo una: sito dinamico. Lo stesso vale per siti di compagnie aeree, siti di compravendita di biglietti di spettacoli etc. Il motivo è semplice: in questi casi il business sta proprio nell'azione dell'utente, il quale sfoglia il catalogo, seleziona il prodotto di interesse, compila i form per avere informazioni, conclude l'acquisto. Il tutto direttamente dal proprio schermo. E mentre un utente sta cercando dei prodotti specifici, un altro utente è alla ricerca di qualcos'altro, ed essi avranno due visualizzazioni diverse dello stesso sito: il significato di sito dinamico è anche questo. 

E se non avete bisogno di un e-commerce? Dipende dalla strategia: se desiderate un sito aggiornabile e modificabile in modo semplice e immediato, allora anche in questo caso il sito dinamico fa per voi. Vengono subito in mente i CMS come Wordpress, Joomla, Drupal etc, che forniscono un'interfaccia semplicissima tramite la quale anche l'utente meno avvezzo alle tecnologie può scrivere nuovi contenuti o modificare le pagine: la popolarità dei CMS sta da qualche anno rivoluzionando il mercato dei siti internet, tanto che la maggior parte delle web agency si affida a loro per la creazione di siti internet per clienti.

Ci sono però agenzie web che preferiscono avvalersi di piattaforme personalizzate, per una serie di motivi cui abbiamo accennato in questo post. In questo caso non sempre si parla di CMS, cioè sito dinamico non è per forza sinonimo di CMS: non necessariamente un sito dinamico ha bisogno di un'interfaccia per aggiornare i contenuti, ma un'agenzia o una software house può doversi trovare a creare applicativi web che si limitano a estrapolare dati e a mostrarli all'utente. Pensiamo a molti siti di photogallery: sono dinamici nel senso che dialogano con un database e organizzano le foto per gli utenti su richiesta, ma non permettono di apportare modifiche ai contenuti.

Dal punto di vista del posizionamento SEO, alcuni CMS sono digeriti ormai molto bene dai motori di ricerca, mentre in altri casi una piattaforma dinamica proprietaria ha un codice più pulito e consente un maggiore intervento: anche per questo molte agenzie preferiscono il fai da te. 

Sulla questione costi, come dicevamo coi CMS il prezzo di siti dinamici si è molto abbassato, ma resta il fatto che una struttura di agenzia ha comunque bisogno di un tecnico che conosce a fondo i linguaggi di programmazione, perché anche se si lavora su Wordpress spesso bisogna intervenire manualmente con la modifica di template o plug in: e le figure professionali hanno un costo. Lo stesso vale per database e server.

SITO STATICO E SITO DINAMICO: IN CONCLUSIONE...

In conclusione, consigliamo di pensare allo scopo del sito: se vi è sufficiente un sito vetrina e non prevedete aggiornamenti né form da compilare né interazione da parte degli utenti, un sito statico va benissimo. Se invece avete bisogno di un sito web che può essere "interrogato" dagli utenti per ottenere le informazioni che essi desiderano (vedi il sito e-commerce), oppure di un sito con la modifica in contemporanea di elementi in più pagine (menù, footer, tabelle, etc) o con form di contatti e iscrizioni a newsletter, beh allora sicuramente un sito dinamico rappresenta la scelta giusta e garantisce molti più benefici a lungo termine.

Autore: Claudia Martinelli
Post dal Blog: Web per Professionisti, PMI e grandi aziende
372 persone hanno letto questo post.


Richiedi il preventivo per la realizzazione del tuo sito web inoltra la tua richiesta al nostro portale la invieremo in automatico alle agenzie che lavorano nella tua zona riceverai quindi fino a 5 preventivi da web agency o professionisti della tua provincia o regione!

 

ALTRI BLOG
Card e Tessere
Email Marketing
Essere Web Agency
Web per Professionisti, PMI e grandi aziende
AUTORI


OB2.IT - P.IVA - 02948750985
Sito conforme al prov. n. 229 - 08/05/2014 Codice Privacy in quanto utilizza esclusivamente cookies tecnici
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001